http://www.avvenire.it/

 


Da ottobre ricominciano, in diversi luoghi, le lezioni su temi culturali ed ecclesiali

Veritatis Splendor, i corsi

L'Arcivescovo parlerà della realtà battesimale


 

(A.M.L.) Per l'Istituto Veritatis Splendor si sta avvicinando il tempo della riapertura della sede, che avverrà nella primavera del 2003. Già da ottobre, comunque, iniziano alcuni corsi, ancora in sedi provvisorie.

In primo luogo, il nostro Arcivescovo svolgerà «Tre riflessioni sulla realtà battesimale», distribuite in tre lezioni (in ottobre, venerdì 11, giovedì 17, venerdì 25, ore 18.30-19.30), momento prezioso di approfondimento della natura e delle implicazioni dell'atto che segna l'inizio dell'appartenenza ecclesiale e che rimane principio costitutivo dell'identità cristiana. Si tratta di un appuntamento ormai tradizionale con la cattedra del Vescovo, promosso congiuntamente dall'Istituto e dall'Ufficio catechistico diocesano. Nel 2003 il Cardinale proporrà altre tre lezioni su «Il mistero di Pinocchio» e sei lezioni sul tema dell'escatologia.

Ricomincia il corso di «Esposizione del Catechismo della Chiesa cattolica», in cui si completerà la spiegazione degli articoli del «Credo», a partire da quello in cui si tratta del mistero pasquale di Gesù Cristo. In ottobre e novembre si svolgerà un ciclo di lezioni dedicate a «I capolavori della musica sacra dal '700 al '900», in cui verranno analizzate opere di Bach, Mozart, Beethoven, Rossini, Verdi, Fauré, Bruckner e Perosi. In esso non si affrontano problemi tecnici specifici, ma il fenomeno musicale viene inquadrato nel complesso della storia della cultura, della filosofia e dell'arte.

Continua la proposta di apprendimento delle lingue antiche, greco e latino, utili per accostare i testi della cultura classica e cristiana, della Scrittura, della liturgia e della patristica. Quest'anno, riguardo alla lingua latina, si offre un corso base; per il greco neotestamentario un secondo anno di completamento grammaticale, e un seminario di lettura di testi per il consolidamento del possesso della lingua.

Sono inoltre stati avviati dei corsi in collaborazione con il Progetto «Isola Montagnola». Uno di essi, «La parola: memoria e invenzione», mira ad offrire la possibilità di migliorare la conoscenza e l'uso della lingua italiana, mediante un percorso attraverso scrittori e poeti del '900. La «proprietà» di linguaggio è infatti una ricchezza sempre più rara, mentre la nostra lingua ha una grande duttilità espressiva e ampiezza lessicale. L'altro corso «Saper usare le parole. L'arte del persuadere e del convincere» intende presentare, in modo accessibile, il complesso delle regole della retorica - arte del persuadere - e della dialettica - arte del convincere - che presiedono al ragionamento corretto e alla sua efficace espressione nel discorso.

Da quest'anno è iniziata anche una collaborazione con la «Sala multimediale S. Luigi» dell'Opera salesiana di Forlì, dove verranno riproposte in videocassetta le lezioni del Cardinale e dove verrà svolto da un docente dell'Istituto un corso di arte sacra: «Il pozzo di Isacco. Storia e simbologia dell'arte sacra I».

Altri corsi prenderanno avvio a partire dal gennaio 2003: proseguirà l'«Esposizione della Lettera ai Romani»; si svolgerà la seconda parte, cioè dal Medioevo in poi, del corso di «Simbolismo, Scrittura e tradizione. Studi di arte sacra» e un nuovo ciclo di esposizione commentata delle tavole della «Biblia pauperum». Verrà riproposto il corso di «Storia della musica sacra dal Gregoriano al '700». Ci sarà invece una novità: un'introduzione alla «Lettura dell'architettura e dell'arte sacra» svolto sul posto, cioè visitando quattro chiese del centro di Bologna.

Per informazioni più puntuali sui corsi e per le condizioni di iscrizione ci si può rivolgere da metà settembre alla Segreteria dell'Istituto, ancora provvisoriamente ospitata presso la Curia Arcivescovile, tel. 0512910511 e 0516480611 (centralino Curia).

 


Torna all'indice degli Articoli di Domenica 08 settembre 2002