Biografia

CARLO CAFFARRA
1938 – 2017

Arcivescovo di Ferrara Comacchio
1995 – 2004

Arcivescovo di Bologna
2004 – 2015

Nato il primo giugno 1938 a Samboseto di Busseto, in provincia di Parma, frequentò il Seminario Vescovile di Fidenza e fu ordinato Sacerdote da Mons. Guglielmo Bosetti il 2 luglio 1961 a Samboseto. Proseguì gli studi a Roma dove conseguì il Dottorato in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Gregoriana, con una tesi sulla finalità del matrimonio, e il Diploma di Specializzazione in Teologia Morale presso la Pontificia Accademia Alfonsina.
Insegnò per qualche anno Teologia Morale presso il Seminario di Parma e Fidenza; poi Teologia Morale fondamentale alla Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale di Milano e al Dipartimento di Scienze Religiose dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, istituito in quegli anni dal Rettore Lazzati.
Negli anni Settanta iniziò ad approfondire i temi del Matrimonio, della Famiglia e della procreazione umana. Insegnò, quindi, Etica medica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e nell'agosto 1974 fu nominato Membro della Commissione Teologica Internazionale da Paolo VI, incarico che mantenne per dieci anni.
Nel 1980 Giovanni Paolo II lo nominò esperto al Sinodo dei Vescovi sul Matrimonio e la Famiglia, e nel gennaio del 1981 gli conferì il mandato di fondare e presiedere il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per Studi sul Matrimonio e la Famiglia, dove tenne il corso di Etica della procreazione e i Seminari di Etica generale e di Bioetica.
Nel 1983, per un quinquennio, fu Consultore della Congregazione della Fede; inoltre fu chiamato a far parte della Commissione di studio per l'ingegneria genetica, istituita ad actum presso il Ministero della Sanità. Contemporaneamente tenne corsi e lezioni in diversi Atenei stranieri: l'Università Mistral e l'Università Cattolica di Santiago del Cile; l'Università di Bamberg; l'Università di Sidney; l'Università di Navarra, Pamplona e Complutense; l'Università di Madrid.
A Washington D.C., nel 1988, fondò la prima Sezione extra-urbana del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per Studi sul Matrimonio e la Famiglia, cui seguirono la Sezione messicana e la Sezione spagnola, dove tenne regolari corsi accademici. Ricevette, inoltre, il Dottorato honoris causa in Lettere Cristiane dalla Franciscan University di Steubenville (Ohio).
Consacrato Vescovo nel Duomo di Fidenza il 21 ottobre 1995 per le mani di S. Em.za il Cardinale Giacomo Biffi, in quell'anno iniziò l'attività pastorale nell'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio. Il 16 dicembre 2003, fu chiamato a reggere l'Arcidiocesi di Bologna, in sostituzione del cardinale Giacomo Biffi ritiratosi per raggiunti limiti di età. Si insediò nella sua nuova Sede il 15 febbraio 2004.
Fu Presidente della Conferenza Episcopale dell'Emilia Romagna, Membro della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, Membro del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, Membro del Comitato di Presidenza del Pontificio Consiglio per la Famiglia, Membro della Pontificia Accademia per la Vita, Moderatore del Tribunale Ecclesiastico Regionale Flaminio per le cause matrimoniali e Gran Cancelliere della Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna.
Fu creato e pubblicato Cardinale di Santa Romana Chiesa nel Concistoro del 24 marzo 2006, e gli fu assegnato il titolo presbiterale di San Giovanni Battista dei Fiorentini. Partecipò al Conclave dal 12 al 13 marzo 2013 che portò all'elezione di Papa Francesco.
Le dimissioni dal governo della Diocesi presentate per raggiunti limiti di età furono accolte il 27 ottobre 2015.
È deceduto a Bologna il 6 settembre 2017.

È stato autore di alcune "Note Pastorali" e di numerose pubblicazioni a carattere teologico e catechetico, soprattutto su matrimonio e famiglia.

Tra le iniziative pastorali di cui è stato promotore nel suo episcopato bolognese si distinguono in modo particolare:
- per la carità: ampliamento del Villaggio della Speranza come frutto del Congresso Eucaristico del 2007;
- per lo studio della teologia e la formazione del clero: erezione della «Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna»;
- per il culto: Congresso Eucaristico Diocesano (2007);
nel contesto dell'Anno Sacerdotale (2009) ha disposto la traslazione delle spoglie del SdD Don Luciano Sarti presso il Santuario di Madonna del Poggio di Castel S. Pietro Terme;
ha consacrato quindici chiese nel territorio dell'Arcidiocesi di Bologna;
ha conferito l'Ordinazione episcopale ai Vescovi: Carlo Mazza (2007), Massimo Camisasca (2012), Andrea Turazzi (2014);
- per la cooperazione missionaria: ha disposto il trasferimento della missione diocesana da Usokami a Mapanda (Diocesi di Iringa, Tanzania) e l'avvio della costruzione delle relative strutture pastorali;
- per la pastorale: ha celebrato il "Piccolo Sinodo della montagna" (2011); ha formalmente costituito le prime "Unità pastorali" dell'Arcidiocesi di Bologna (Castiglione dei Pepoli, Castel Maggiore);

*   *   *

La Chiesa di Bologna, grata al suo Arcivescovo, lo affida alla misericordia del suo Signore.