Chiesa di Bologna

 

Da giovedì 7 a sabato 9 novembre,
nella Sala di rappresentanza di Rolo Banca 1473, via Irnerio 43/b
L'Istituto per la storia della Chiesa di Bologna
organizza un convegno sul tema
«Di fronte all'aldilà. Testimonianze dall'area bolognese».

 

Così Mons. Salvatore Baviera, Presidente dell’Istituto per la Storia della Chiesa di Bologna, illustra il senso del Convegno: “Nella cultura attuale l'ateismo e il materialismo, che appiattiscono la vita sul presente, hanno perso il loro mordente intellettuale, ma l'angoscia e l'insicurezza dilagano velocemente. Diversamente dalle filosofie contemporanee spesso ideologiche che passano sulla testa delle persone ma non ne penetrano il cuore, la Chiesa, più attenta alle dimensioni sotterranee dell'esistenza umana, raccoglie gli eterni interrogativi: ‘perché c'è la morte?’, e ‘che cosa c'è al di là di essa?’.
Questo Convegno intende porsi come una provocazione per attirare l'attenzione su un aldilà, per molti oscuro e male interpretato, che comunque si fa sempre più presente almeno come interrogativo. L'Istituto che ha promosso questo Convegno spera, inoltre, che esso sia di stimolo a una più veloce circolazione delle tematiche escatologiche nella mentalità, nel discorso, nella predicazione, tenendo presente che il compito della religione è di dare certezze e di offrire risposte alle domande dell'uomo sul suo destino.”

Questo il programma del Convegno:

Giovedì 7 novembre
dalle ore 9.30 e a seguire:
introduzione di monsignor Salvatore Baviera
B. Forte «La morte come esodo pasquale»
M. Malaguti «Germi di risurrezione»
A. Donati «L'epigrafia funeraria nei primi quattro secoli»
T. Strinati «L'arte funeraria a Roma alla fine del '200»
R. Budriesi «I martiri e il loro culto».
ore 16,00, intervento di S.E. il Cardinale G. Biffi;
G. Ropa «La morte nella liturgia medievale»
P. Mioli «Canti e suoni di morte nell'antica Bologna»
A. Scafi «La "morte della morte" in alcuni esempi di arte e cartografia»
R. Grandi «Considerazioni sui monumenti funebri nel Medioevo bolognese»
V. Casale «La rappresentazione della morte: Bernini e Fanzago».

Venerdì 8 novembre
dalle ore 9.30 e a seguire:
F. Lanzi «L'architettura dei cimiteri»
L. Samoggia «Tombe e cappelle funerarie»
C.Degli Esposti «Decoro, solennità e pompa nei riti funebri»
L. Masetti Zannini «Iscrizioni funebri e immaginette ricordo in Emilia Romagna»
U. Mazzone «Morire bene. Morire secondo le regole»
G. Ruozzi «Rappresentazioni della morte nell'epigramma italiano»
alle ore 15,00, B. Fortunato «Testamenti e lasciti pii nel trecento»
E.Lecheniak «Testamenti e lasciti pii in età moderna»
M. Fanti «Confraternite per l'aldilà»
S. Giombi «La predicazione sui Novissimi»
A. Pastore «Morire nel Seicento»
A. Giacomelli «La morte violenta nel secolo violento»

Sabato 9 novembre
dalle ore 9.30 e a seguire:
M. Cecchelli «La morte nella cultura contadina»
G. Venturi «La prassi della cremazione tra '800 e '900»
M. Tagliaferri «La diminuzione attuale dei suffragi».
Infine tavola rotonda su «Risultati di alcune ricerche sulla morte e il morire nella società bolognese»; partecipano S. Martelli, A. Pirani, M. Bortolini, E. Morandi.