saluto alla Madonna di San Luca

Bologna. Cattedrale
01-06-2003

Saluto alla Madonna di San Luca
di S.E. il Cardinale Giacomo Biffi
Signora e Madre nostra dolcissima,
una volta ancora dal tuo monte sei scesa
fino alla nostra affaccendata esistenza,
che troppo aderisce alla terra.
E, restando in questo breve tempo tra noi,
negli animi non svagati
hai suscitato un insaziabile desiderio di te.
La tua visita ha riacceso il sorriso
su molte labbra intristite;
la tua venuta ha soccorso
le diverse povertà dei tuoi figli;
la tua ravvicinata presenza
ha ridato coraggio a questi nostri giorni di pena,
aduggiati spesso dall’ansia e dalla sfiducia.
Grazie a te che, nel tuo rapido soggiornare
tra le nostre case,
benevolmente ti sei offerta
all’avidità dei nostri sguardi affettuosi,
al fervore di innumerevoli suppliche,
ai segreti slanci degli animi.
La tua figura mite e consolante
ha ridestato le speranze assopite;
la tua immagine santa
ci ha ridonato la nostalgia e il gusto
di ideali più alti e di pensieri più degni;
la tua icona venerata
ha rianimato nelle coscienze la gioia di vivere
e la volontà di bene operare.
Questa città, che da te si sente
singolarmente amata,
ti affida il suo presente e il suo avvenire:
difendila tu dai pericoli
e dalle varie insipienze
che da più parti la insidiano.
Preservala dalla tentazione
di indulgere oltre misura alle dispute astiose,
all’incomprensione, allo spirito di discordia.
Fa’ che non smarrisca mai la concorde memoria
dell’eredità preziosa dei padri
e della sua inalienabile storia cristiana.
Aiutaci tutti a non perdere di vista
il senso ultimo e vero
del nostro pellegrinaggio di quaggiù.
Conservaci nella fedeltà
al Figlio tuo, crocifisso e asceso al cielo,
unico e necessario Salvatore degli uomini,
Signore dell’universo, degli eventi e dei cuori.

condividi su