Mercoledì 23 febbraio e mercoledì 23 marzo alle 21

Le notti di Nicodemo

In cattedrale, con l'Arcivescovo, saranno presenti Recalcati, Hernandez, Floridi e Sequeri

Date da segnare in agenda: mercoledì 23 febbraio e mercoledì 23 marzo alle 21 in Cattedrale.

La Chiesa di Bologna, nel suo cammino sinodale, propone «Le notti di Nicodemo»: due appuntamenti per riflettere su «Le domande dell’uomo che nel buio cerca la luce». Dialoghi tra il pensiero umano e la fede cristiana, moderati dall’arcivescovo.

  • Il 23 febbraio Massimo Recalcati, psicanalista e Jean Paul Hernandez, teologo gesuita, interveranno sul tema «Fragilità, sorella mia».
  • Il 23 marzo si parlerà invece di «Paura e fine» con il filosofo Luciano Floridi e il teologo e musicologo Pierangelo Sequeri.

Sullo sfondo l’incontro notturno tra Gesù e Nicodemo narrato nel Vangelo di Giovanni e proposto dall’arcivescovo nella sua ultima Nota pastorale come tema dell’anno per le comunità cristiane.

«Gesù, quando annuncia il suo Vangelo a Nicodemo – scrive l’arcivescovo nella sua Lettera pastorale di quest’anno – , ha di fronte una persona concreta, con le sue difficoltà, desideri, sogni, delusioni, presunzioni. Insomma parla a persone vere, non a categorie astratte. Ecco, questo è il kairos della pandemia e anche la responsabilità a non farla passare invano. Sento la sfida di aiutarci e moltiplicare spazi di solidarietà verso le tante domande che le nostre comunità fanno proprie. Nicodemo non a caso sarà sotto la croce di Gesù e aiuterà a deporre quel corpo di amore. Ha imparato qual è la via per non finire: donare, amare fino alla fine, sconfiggere la sofferenza e il male con l’amore. L’incontro essenziale per il cristiano e per ogni persona è la sofferenza del prossimo, uno sconosciuto che diventa prossimo per la compassione, dono dello Spirito, sentimento di Gesù che ci rende capaci di fermarci. Nicodemo volgerà il suo sguardo alla croce, unico segno di speranza, l’amore senza fine che ci apre alla vita senza fine, che cambia, trasforma, la nostra vita, segnata dalla caducità, dalla finitezza».

questo link il Comunicato stampa dell’Arcidiocesi.

Gli incontri saranno registrati e messi a disposizione successivamente.

Qui l’intervista a Jean Paul Hernendez per 12Porte.

Scarica il manifesto

condividi su