Domenica 26 settembre ore 16

La Beatificazione di Don Giovanni Fornasini

Presiede la Messa il cardinal Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione per le cause dei Santi

Domenica 26 settembre 2021 alle ore 16.00 nella Basilica di San Petronio verrà celebrata la Messa di Beatificazione di don Giovanni Fornasini, sacerdote martire.

Presiede la cerimonia il Delegato Pontificio S.E. il Card. Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, e concelebra l’Arcivescovo cardinale Matteo Zuppi, insieme ad altri presbiteri.

«Don Giovanni – afferma il Card. Matteo Zuppi era un giovane uomo e sacerdote generoso, che sacrificò la sua vita per assolvere al suo ministero. Credo abbia tanto da dire a tutti noi, anche attraverso quella particolare società che fondò chiamandola “degli illusi”. C’erano persone che reputavano che amare gli altri fosse, per l’appunto, un’illusione, mentre don Fornasini con quel nome volle sottolineare come l’amore per tutti sia il segno degli uomini veri e grandi. Un messaggio che, soprattutto nella pandemia odierna, ci trasmette tanta forza per affrontare il male con l’altruismo e la bontà che don Giovanni portava dentro di sé».

Numerose iniziative in preparazione sono state proposte in questi mesi dal Comitato diocesano per la Beatificazione di don Fornasini, presieduto da don Angelo Baldassarri, e gli eventi hanno toccato anche i vari luoghi dove don Giovanni ha svolto il suo ministero.

«Nella tensione della guerra – afferma don Baldassarri il giovane don Giovanni Fornasini, nato nel 1915 e prete dal 1942, non ha avuto paura di compromettersi pur di soccorrere e salvare chi era nel bisogno, con innumerevoli gesti di cura e carità verso tutti. La sua memoria ci spinge a rinnovare la nostra vita e a intraprendere percorsi di pace. La sua Beatificazione si colloca dentro al cammino di riscoperta degli eccidi di Monte Sole come vicenda in cui il male della storia ci parla e ci interpella anche oggi».

L’evento della Beatificazione di don Fornasini, che si inserisce pure nella conclusione del Festival Francescano 2021, è stato presentato in conferenza stampa a Palazzo d’Accursio giovedì 16 settembre alla presenza del Sindaco, Virginio Merola, dell’Arcivescovo Card. Zuppi, del Presidente del Comitato per la Beatificazione, don Baldassarri, del responsabile del Festival Francescano, fra Giampaolo Cavalli, della nipote di don Fornasini, Caterina, e del parroco di Marzabotto, don Gianluca Busi. Don Baldassarri durante la conferenza stampa ha sottolineato, ringraziando, anche il generoso contributo ricevuto dalla Fondazione Carisbo.

«Il contributo della Fondazione Carisbo in occasione delle celebrazioni per la Beatificazione di don Giovanni Fornasini – dichiara il Presidente della Fondazione Carisbo, Carlo Cipolliè coerente con l’orientamento generale di ampia condivisione delle iniziative promosse dall’Arcidiocesi per rafforzare la capacità della comunità di farsi carico delle ricorrenti, così come delle nuove situazioni di povertà e fragilità presenti al proprio interno e, in tal modo, rafforzare gli originari elementi identitari e farne trovare di nuovi. L’inesauribile opera di fraternità incarnata da don Fornasini si unisce simbolicamente all’opera di carità di don Olinto Marella, per il quale la Fondazione ha partecipato alla Beatificazione dello scorso anno e al museo inaugurato a giugno. Entrambi hanno dedicato l’intera vita a soccorrere tutti coloro che fossero nel bisogno, nello sconforto o addirittura nella disperazione, con generosità, dedizione e coraggio. La loro testimonianza dei valori cristiani di solidarietà e fraternità costituisce uno stimolo ancora pienamente attuale per far maturare, soprattutto nei giovani, la consapevolezza della necessità di ridurre i disequilibri sociali e culturali e di valorizzare le potenzialità e la dignità di tutte le persone».

Viste le limitazioni dei posti per le norme anticovid, per partecipare alla celebrazione in San Petronio occorre prenotarsi gratuitamente sul sito https://www.chiesadibologna.it/ alla pagina dedicata alla Beatificazione di don Fornasini o al link https://iscrizionieventi.glauco.it/Client/html/#/login. Così pure per prenotare il posto all’esterno in piazza Maggiore, dove sarà allestito un maxischermo, occorre seguire le indicazioni sul sito del Festival Francescano https://www.festivalfrancescano.it/ oppure digitare al link https://www.festivalfrancescano.it/product/celebrazione-eucaristica-e-beatificazione-del-martire-don-giovanni-fornasini/. È comunque possibile prenotarsi e avere informazioni contattando la segreteria in Curia, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12, ai numeri 051 6480782 oppure 051 6480703.

La cerimonia di Beatificazione sarà trasmessa in diretta sul canale 17 del digitale terrestre di “È TV Rete 7” e in diretta streaming sul sito dell’Arcidiocesi di Bologna www.chiesadibologna.it e sul canale YouTube di “12Porte”. Per l’occasione domenica sarà diffuso, insieme al libretto per seguire la cerimonia e al materiale di documentazione, un numero speciale del settimanale “Bologna Sette” con un inserto dedicato a don Fornasini.

La celebrazione si svolgerà nel rispetto delle normative anticovid.

 

Iniziative in preparazione alla beatificazione

Nei giorni precedenti la beatificazione ci saranno alcune iniziative di preparazione all’evento.

Da venerdì 24 a domenica 26 settembre, in uno degli stand del Festival Francescano in Piazza Maggiore, sarà esposta una mostra fotografica che descrive, anche con alcuni testi a commento, i passaggi più importanti della vita di don Giovanni Fornasini.

Sabato 18 settembre a Marzabotto:

  • Estemporanea di pittura per la beatificazione di don Giovanni Fornasini. All’iniziativa, promossa in collaborazione con la sezione di Bologna dell’Unione Cattolica artisti italiani e dall’associazione «arte e fede», sono ammessi artisti di ogni età e da tutta Italia che vorranno cimentarsi nella raffigurazione dei differenti luoghi che hanno visto coinvolto don Fornasini, dalla chiesa di Sperticano e Marzabotto agli scorci di Monte Sole e dintorni. Le tele e i fogli saranno timbrati dalle ore 9.00 alle ore 11.00 dello stesso giorno presso l’accettazione collocata nel cortile delle Opere parrocchiali di Pian di venosa (Marzabotto), dove saranno riconsegnate alle 16.30. Gli artisti delle tre migliori opere saranno premiati alle ore 18.00 sempre presso il cortile delle Opere parrocchiali. In programma una mostra dei manufatti prossimamente nella basilica di San Petronio.
  • Memorial di calcio don Giovanni Fornasini tra le squadre giovanili di calcio dei paesi in cui don Giovanni è vissuto (Lizzano/Gaggio; Porretta Terme e Marzabotto) e di Bologna. Si tratta di una giornata di sport per i ragazzi in ricordo della passione con cui Giovanni giocava a calcio e girava in bicicletta. Come educatore, sempre attento ai giovani e all’importanza dello sport nella loro crescita, il 9 settembre 1934 aveva portato il gruppo della parrocchia di Porretta Terme allo stadio littoriale di Bologna per assistere alla finale di Coppa Europa, in cui il Bologna batté l’Admira Vienna 5 a 1. Il programma prevede: ore 8.45 ritrovo al Sacrario di Marzabotto (via A. Moro, 2/a): ore 9.00 visita al Sacrario; ore 10 inizio partite al campo «L. Bonaiuti» in via M. Musolesi, 1. Ore 12.30 premiazione. Parteciperanno al Memorial le giovanili del Bologna calcio FC1909, ASD Marzabotto 2000, Uni.Ca. 2010 Unione calcio e ASD Porretta 1924.

Martedì 21 settembre alle 18.30 allo stadio Dall’Ara di Bologna 250 ragazzi degli oratori della diocesi, insieme agli educatori e parroci, assisteranno alla partita di calcio di serie A Bologna – Genoa. Informazioni presso l’Ufficio diocesano dello Sport guidato da don Massimo Vacchetti che ha promosso l’iniziativa nel ricordo di quando nel 1934 l’allora Giovanni Fornasini accompagnò allo stadio i suoi ragazzi da Porretta per assistere alla finale di Coppa Europa. I biglietti per l’evento sono stati offerti dal Bologna Calcio FC1909.

Giovedì 23 settembre alle ore 21.00 al cinema Bellinzona proiezione del film «L’uomo che verrà». (È necessaria la prenotazione tramite il sito www.festivalfrancescano.it)

Venerdì 24 settembre alle ore 21.00 nel chiostro di Santo Stefano in Bologna andrà in scena «Un cristiano. Don Giovanni Fornasini a Monte Sole», opera a voci, scritta e interpretata da Alessandro Berti. (È necessaria la prenotazione tramite il sito www.festivalfrancescano.it)

Sabato 25 settembre alle ore 15.30 incontro di preghiera e spiritualità nella chiesa di Marzabotto con i «cantieri di riconciliazione» promossi dalla comunità di Boves (CN) per costruire percorsi di pace nelle comunità coinvolte dalle violenze della Seconda guerra mondiale. Dopo il saluto delle autorità la prolusione sarà tenuta dal cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna. Interverranno inoltre don Gianluca Busi, parroco di Marzabotto e iconografo sul tema: «Arte e iconografia dedicata ai preti e alle comunità di Monte Sole»; don Angelo Baldassarri, presidente del Comitato diocesano per la beatificazione di don Giovanni Fornasini su «La carità di deve usare con tutti. La testimonianza di amore e servizio di don Giovanni Fornasini»; don Bruno Mondino, parroco di Boves (Cn), «Martiri per una nuova città. La riconciliazione strada per una buona convivenza civile»; fra Paolo Barabino, superiore della Piccola Famiglia dell’Annunziata, su «Con tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente, con tutta la tua forza. L’offerta di sé come sacrificio vivente, santo e gradito a Dio». A conclusione breve momento di preghiera.

Incontri di preghiera dopo la beatificazione

 Mercoledì 29 settembre, nel ricordo del primo giorno della strage, alle ore 10 commemorazione alla Botte di Salvaro e alle 11 Messa alla chiesa di Salvaro.

 Domenica 3 ottobre nel mattino Messa per tutti i caduti nella chiesa parrocchiale di Marzabottopresieduta dal cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna.

 Mercoledì 13 ottobre si celebra la prima memoria liturgica del Beato Giovanni Fornasini. Alle ore 18.30 Messa a Sperticano presieduta dal cardinale Matteo Zuppi. Dalle ore 9.00 itinerario di preghiera a piedi sui luoghi del martirio di don Giovanni con partenza da Sperticano e sosta a San Martino di Caprara.

Iniziativa «Una settimana con don Fornasini»

Il Comitato diocesano per la beatificazione di don Giovanni Fornasini propone alle parrocchie o alle Zone pastorali di organizzare una «Settimana di preghiera e riflessione con don Giovanni». Per informazioni, materiali e suggerimenti scrivere a segreteriafornasini@chiesadibologna.it. Sarà possibile ricevere l’immagine del beato Fornasini dipinta nel monastero di Monte Sole per la beatificazione; le reliquie del beato; una mostra in roll up, facilmente allestibile, con la vita di don Giovanni e con la storia delle vicende delle comunità e preti di Monte Sole.

Le iniziative proposte sono realizzate anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.

Maggiori informazioni e aggiornamenti sono disponibili sul sito www.dongiovannifornasini.chiesadibologna.it

Accrediti per la stampa

In occasione della cerimonia di beatificazione di don Giovanni Fornasini, domenica 26 settembre 2021 alle ore 16 nella Basilica di San Petronio a Bologna, l’Ufficio comunicazioni sociali dell’Arcidiocesi di Bologna curerà l’accredito per la stampa. Per garantire le norme di sicurezza e il distanziamento sanitario il numero dei posti sarà limitato. Per questo l’Ufficio comunicazioni informerà sull’avvenuta accettazione dell’accredito, sulla base dei posti limitati, e invierà online il pass con le modalità di accesso. Per l’accredito occorre completare il modulo all’indirizzo https://www.chiesadibologna.it/accredito-giornalisti-per-la-beatificazione-di-don-giovanni-fornasini/e inviare la richiesta. È possibile accreditarsi fino a mercoledì 22 settembre 2021.

 

condividi su