Bologna centro

Una Missione d’annuncio per Pasqua 2022

Un’iniziativa che coinvolgerà nell’annuncio preti e religiosi, laici e laiche

In vista della prossima Pasqua, dal 3 al 9 aprile 2022, è in programma una evento che coinvolgerà preti e religiosi, laici e laiche, espressione di tutti i carismi Chiesa diocesana.

In vista della prossima Pasqua, dal 3 al 9 aprile 2022, nel centro storico di Bologna, è in programma una Missione che coinvolgerà preti e religiosi, laici e laiche, espressione di tutti i carismi della nostra Chiesa. Nel cammino di preparazione una tappa è legata al Giubileo dedicato a San Domenico in occasione degli 800 anni dalla sua nascita al Cielo.

La solennità è preceduta da un triduo preparatorio, ed proprio in questo momento che si inserisce la missione: il 2 agosto alle ore 21 presso il chiostro del convento di San Domenico dove si terrà un’adorazione Eucaristica per chiedere al Padre in nome di Gesù lo Spirito Santo.

Niente di più bello che iniziare con questo triduo per la festa di uno dei patroni di Bologna, San Domenico.
Tutto è partito dal 2019 da un incontro di due desideri: da una parte il grido dei laici di voler annunciare il Vangelo a chi ha sete di Amore di Dio, in un mondo sempre più ferito per mancanza di amore, stimolati da una vita di preghiera che spinge alla concretezza e prossimità; dall’altra l’accoglienza nella Zona Pastorale San Pietro, che lo ha esteso a tutti i carismi presenti nel centro storico.

Un annuncio di pace e gioia, unità e integrità che parte anzitutto dalla conoscenza di sé per un cammino che può portare frutto solo dall’incontro fatto con Cristo. È stata poi istituita così una commissione (monsignor Stefano Ottani, vicario generale e parroco ai Santi Bartolomeo e Gaetano, monsignor Rino Magnani moderatore dalla Zona pastorale, Gilberto Pellegrini presidente, padre Luca Preziosi Cmop e la sottoscritta).

La commissione ha affidato la guida del progetto alla Comunità Mariana Oasi della Pace la quale ha accettato il mandato con gioia e umiltà. Questa Comunità è composta da fratelli e sorelle, sposi e laici consacrati nel mondo, che servono la Chiesa primariamente attraverso il ministero dell’intercessione per la Pace. L’entusiasmo e la voglia di ritrovarsi, di pregare non si è fermato neppure con il lockdown, con tappe formative di catechesi e di preghiera, in cui i vari missionari di vari carismi si sono alternati in una ricchezza di conoscenza reciproca (parrocchie della Zona pastorale, Comunità religiose e aggregazioni laicali).

Ecco allora il nostro invito a ogni battezzato della Chiesa di Bologna che abbia il coraggio di osare e venire a portare questo annuncio del Vangelo, come buona notizia di appartenere alla Chiesa nostra Madre, si, perché «la missione sei tu!».

Monica Riccelli

condividi su