liturgie degli stranieri

Dalle Ande a Bologna

La comunità cattolica dell'Ecuador festeggia la Virgen del Quinche

BOLOGNA – Nella tarda mattinata di domenica una piccola ma colorata processione ha attraversato le vie del centro raggiungendo piazza Maggiore. Si tratta della comunità degli immigrati cattolici dell’Ecuador che hanno reso omaggio alla loro celeste patrona, la Santisima Virgen del Quinche.

Questa invocazione mariana è molto popolare nel paese andino: il santuario della Madonna del Quinche si trova nella città di Quito, tra i 2800 e i 3000 metri di altezza sulle falde della cordigliera delle Ande, non lontana dalla linea dell’Equatore.

QuincheLa piccola statuetta fu accolta con amore dalle popolazioni native che si aprirono alla fede, e che avevano trovato nella Madre di Gesù una difesa e una protezione.

Ogni anno, per la festa del 21 novembre, una imponente peregrinazione notturna, vede centinaia di migliaia di fedeli raggiungere il Santuario del Quinche, parola che nella lingua originaria significa Monte del Sole. Da Quito questa invocazione mariana si è estesa in ogni luogo dove sono presenti i migranti ecuatoriani.

Anche a Bologna dunque hanno celebrato la loro festa nella basilica di santi Bartolomeo e Gaetano, pregando per la stabilità e la pace di questo paese che sta attraversando un difficile momento politico.

Don Andrea Caniato

Facebooktwittermail