A 100 anni dalla nascita

Giovanni Paolo II, il ricordo di Bologna

In città nel 1982, 1988 e 1997 per tre visite indimenticabili

BOLOGNA – Un secolo fa, il 18 maggio 1920, nasceva San Giovanni Paolo II. Il suo legame con Bologna passa anche attraverso le tre visite che fece in città nel 1982, 1988 e 1997 per il Congresso Eucaristico Nazionale.

La prima visita pastorale di papa Wojtyla nell’aprile del 1982. Il Papa incontra i docenti delle quattro Università dell’Emilia Romagna ed è accolto in Piazza Maggiore da migliaia di giovani, che lo acclamano con canti e striscioni. Nel programma della giornata la visita al cimitero polacco di San Lazzaro di Savena, la preghiera alla Stazione in ricordo delle vittime della strage del 2 Agosto 1980 e la celebrazione liturgica alla Montagnola.

Qui viene allestito un grande palco davanti alla scalinata d’ingresso ai giardini pubblici. L’altare è esattamente dove era la colonna del Mercato, voluta da papa Alessandro VII e abbattuta in epoca napoleonica. La piazza e le strade intorno sono gremite di circa 100.000 persone, provenienti da tutta la regione. Le finestre e i balconi sono tutti addobbati con stendardi e striscioni.

Seconda visita nel 1988 in occasione dei festeggiamenti per il IX Centenario dell’Alma Mater. Il Pontefice atterra in elicottero ai Giardini Margherita. Nell’Aula magna di Santa Lucia consegna al rettore il nuovo codice di Diritto canonico. Segue una visita in Rettorato e quindi l’incontro con gli studenti, che gremiscono Piazza Maggiore. A loro il pontefice parla della necessità di una nuova inculturazione cristiana. Dopo un breve ristoro a Villa Revedin, con i Vescovi dell’Emilia–Romagna, e prima di ripartire per Roma, il Papa saluta le suore infermiere polacche, che operano al Rizzoli.

Ultima visita nel settembre del 1997 per la chiusura del 23° Congresso eucaristico nazionale. Nel pomeriggio del 27 Messa in Piazza Maggiore per la beatificazione di Bartolomeo Maria Dal Monte, alla era veglia di pre- ghiera al Centro agroalimentare di Bologna con l’esibizione di numerosissimi artisti tra cui Bob Dylan. Domenica 28 Messa conclusiva al Caab.

Su Bologna Sette le testimonianze in proposito di monsignor Ernesto Vecchi, vescovo ausiliare emerito, monsignor Alberto Di Chio e Fabio Roversi Monaco.

Qui altre interviste realizzate da 12Porte

Facebooktwittermail