Cardinale Zuppi

La Messa della Vigilia nella stazione AV

Una liturgia con i senza dimora, i migranti, i poveri e con quelli che si fanno loro prossimi

BOLOGNA: La sera del 24 dicembre cardinale Zuppi ha presieduto la Messa della Vigilia nella stazione ferroviaria di Bologna.

Come oramai tradizione da qualche anno l’arcivescovo ha celebrato la solenne liturgia nella hall dell’Alta velocità con i senza dimora, i migranti, i poveri e con quelli che si fanno loro prossimi .

I sociologi li chiamano “non luoghi”, quegli spazi puramente funzionali della città, i grandi contenitori di servizi come le stazioni ferroviarie, dove non si va per sostare, che non sono in se stessi meta o approdo, ma un puro luogo di passaggio. E proprio in uno spazio come questo, per iniziativa del Centro missionario diocesano e di altre organizzazioni, si celebra il miracolo del Figlio di Dio fatto uomo, una messa di Natale con i senza fissa dimora, i poveri, ma anche con quelli che si fanno loro prossimi.

A presiedere la celebrazione nel piano Hall della stazione Alta Velocità, il Cardinale Arcivescovo, in questa cattedrale di cemento tra il Kiss & Ride e le banchine dei treni. Un non luogo che diventa per un momento spazio sacro, per ricordare che tutto è stato riempito della presenza di Dio, con l’incarnazione del suo Figlio. Vengono in tanti da tutta la città per un appuntamento nato 5 anni fa per dare visibilità a quella città che in mille modi si fa prossima e non vuole lasciare indietro nessuno.

Andrea Caniato

La fotogallery della Messa alla Stazione (foto di Antonio Minnicelli e Andrea Caniato)

Facebooktwittermail