A San Paolo Maggiore

“Io vi darò ristoro”: la giornata del malato

Nel ricordo delle apparizioni di Lourdes

BOLOGNA – “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi e io vi darò ristoro”: sono le parole di Gesù che hanno fatto da sfondo quest’anno alla giornata mondiale del malato che si celebra dal 1992 nel giorno della prima apparizione a Lourdes della Vergine Maria, per sensibilizzare, scriveva san Giovanni Paolo II, il popolo di Dio e la stessa comunità civile alla necessità di assicurare la migliore assistenza agli anziani.

L’ufficio diocesano di pastorale della salute ha invitato le parrocchie e le zone pastorali della diocesi a organizzare visite e incontri con i malati. A livello diocesano, l’Arcivescovo ha presieduto domenica nella basilica di San Paolo maggiore una concelebrazione a cui hanno partecipato in particolare Unitalsi e Centro Volontari della sofferenza.

Dai tempi del conte Giovanni Acquaderni che organizzò uno dei primi pellegrinaggi diocesano a Lourdes riportandone a Bologna la statua della Vergine Immacolata nel 1879, le celebrazioni lourdiane di Bologna hanno la loro sede privilegiata nella basilica di San Paolo Maggiore dei Padri Barnabiti.

Qui la registrazione video dell’Omelia del Cardinale Zuppi

Qui il testo dell’Omelia del Cardinale Zuppi

Facebooktwittermail