Lunedì 11 settembre

Transizione ecologica: il dialogo tra l’arcivescovo e il ministro

Confronto a tutto campo tra Zuppi e Cingolani su come realizzare un futuro abitabile

BOLOGNA – “Ecologia integrale. Come realizzare un futuro abitabile?” è questo il titolo del dialogo avvenuto lunedì 11 ottobre nell’aula Santa Clelia tra l’arcivescovo e il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, collegato da remoto.

Un incontro che ha fatto il punto su tante questioni: dalla cooperazione internazionale per ridurre l’inquinamento e produrre energie rinnovabili alla prospettiva della Laudato si, dall’agricoltura e fame nel mondo alla convergenza delle religioni sui temi ambientali. Di quest’ultimo tema il cardinal Zuppi ha ricordato l’a recente esperienza del G20 delle religioni vissuta proprio a Bologna nello corso settembre.

«E’ un’illusione – ha detto ancora l’arcivescovo l’idea di salvarsi da soli, la Laudato Si e la fratelli tuttii di papa francesco ci indica l’ambiente e il mondo come casa comune».

Il ministro Cingolani ha offerto una panoramica nazionale e internazionale degli sforzi per invertire la rotta dell’inquinamento e lotta alle disuguaglianze. Qualche luce, alcuni punti di forza, ma molta strada ancora da fare e tante contraddizioni.

La transizione ecologica è ancora all’inizio, e serve tanto sforzo da parte di tutti. Non basta l’impegno di uan manciata di paesi volenterosi o del vecchio continente da solo. L’Italia produce l’1% dell’inquinamento globale, e l’Europa solo il 9%.

Se grandi Paesi non aderiscono a questi progetti ecologici non si si riuscirà mai a invertire la rotta. L’incontro, promosso dal Tavolo diocesano Custodia del Creato e Nuovi Stili di Vita, e disponibile per essere rivisto sul nostro canale di YouTube 12Portebo è stato moderato da Argia Passoni e Marco Malagoli.

Il Tavolo diocesano per la Custodia del Creato ha individuato un percorso per la celebrazione della Giornata per la Custodia del Creato che si colloca idealmente nell’ambito del «Tempo del Creato» 2021 e nella prospettiva della 49a Settimana Sociale dei cattolici italiani. Tra i promotori dell’iniziativa anche don Davide Baraldi, vicario episcopale per il laicato.

L’integrale dell’incontro

condividi su