Dal 5 al 12 settembre

Da Bologna al Congresso Eucaristico di Budapest

Due le tipologie di itinerario offerte da «Petroniana Viaggi» presentate da don Roberto Pedrini, incaricato diocesano

Don Roberto Pedrini presenta le modalità di partecipazione dei bolognesi al Congresso Eucaristico Internazionale, in collaborazione con Petroniana Viaggi.

Come un grande evento della fede, niente meno che un Congresso Eucaristico, può coniugarsi con le bellezze storico-culturali e paesaggistiche del Paese che lo ospita. Potrebbe essere questa, in poche righe, la sintesi dell’iniziativa dell’agenzia «Petroniana Viaggi» che propone un itinerario attraverso l’Ungheria la cui capitale, Budapest, ospiterà il Congresso Eucaristico Internazionale dal 5 al 12 settembre prossimi. Due le opzioni di viaggio proposte: la prima, dal 4 al 13 settembre, si concentrerà sul capoluogo magiaro permettendo ai pellegrini di vivere passo dopo passo i momenti del Congresso, che culmineranno con la Messa presieduta da papa Francesco domenica 12 settembre nella Piazza degli Eroi di Budapest. A guidare questo gruppo sarà don Roberto Pedrini, referente diocesano del Congresso per l’Arcidiocesi di Bologna. «La celebrazione del Congresso – afferma don Pedrini – offre ai cattolici l’opportunità di rivitalizzare la loro fede e di testimoniarla per il rinnovamento della società». La seconda tipologia di pellegrinaggio pensata da «Petroniana Viaggi» consiste invece in un itinerario attraverso le città e i poli spirituali che rappresentano le fondamenta stesse del cristianesimo in terra d’Ungheria, sempre includendo i momenti più significativi del Congresso. Ovviamente Budapest ma anche Esztergom, che fu il centro propulsivo della fede in quelle terre sin dall’XI secolo grazie al re santo, Stefano I. Da lì ci si dirigerà a Pannonhalma, piccola cittadina che custodisce l’antichissima abbazia sede dei Benedettini d’Ungheria. Un colpo d’occhio quasi famigliare per i bolognesi, perché la struttura si trova a circa 300 metri d’altezza, rievocando San Luca. Infine Szombathely, all’estremo confine occidentale del Paese, nota fra l’altro per aver dato i natali a Martino, passato alla storia come san Martino di Tours e celebre per aver condiviso il suo mantello con un povero. Per info e prenotazioni 051/261036 oppure info@petronianaviaggi.it

Marco Pederzoli

condividi su