Da un accordo tra famiglia Negosanti, Comune e Fondazione Lercaro

Un poliambulatorio anche per i più poveri

Nuove attività aperte in un complesso di via Irnerio

BOLOGNA – Scienza e riconoscenza. Si tratta dei due sostantivi che, fra tutti, meglio descrivono la nascita in città del poliambulatorio «Mg».

Voluto da Massimino Negosanti, dermatologo dalla carriera pluridecennale e docente universitario, insieme con la Fondazione «Giacomo Lercaro» e il Comune di Bologna, la struttura aprirà i battenti intorno alla fine del mese nella centralissima sede di via Irnerio al civico 53. Da qui, oltre alla normale erogazione di servizi medico–sanitari per tutta la cittadinanza, annualmente saranno garantite anche 750 prestazioni gratuite per coloro che si trovano in una situazione di difficoltà. Ecco che la scienza si mette così al servizio dell’altro, vero atto di carità cristiana, sulla scia della riconoscenza di un giovane degli anni ‘60, nativo di un piccolo borgo del Forlivese. È proprio in quel periodo che Massimino Negosanti, all’epoca ventenne, diviene uno dei «ragazzi» del cardinal Lercaro. Ovvero uno dei tanti giovani provenienti da tutta Italia e accolti dall’allora arcivescovo di Bologna come membri della propria famiglia e ai quali, da vero padre, non fece mai mancare vitto e alloggio oltre che la possibilità di permettersi gli studi universitari. «Ho sempre sentito in me il dovere di restituire a questa città che mi ha accolto ed è stata tanto amata dal cardinale, qualcosa di quanto io stesso ho ricevuto – sottolinea Negosanti, che ha presentato il progetto mercoledì scorso nei locali della Raccolta Lercaro».

Marco Pederzoli

 

Facebooktwittermail