Il Santuario nel cuore dell'Appennino

540 anni dalle apparizioni di Boccadirio

Il Cardinale di Firenze: "Boccadirio è un grande richiamo alla preghiera e a pensare la vita come vocazione".

BOCCADIRIO – Il Cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze, ha presieduto la celebrazione per l’anniversario delle apparizioni della Vergine nel Santuario di Boccadirio.

Il 16 luglio 1480, la Vergine Maria si manifestava nel territorio di Baragazza, sull’Appennino tosco-emiliano nel punto di convergenza tra due torrenti (Boccadirio) a due fanciulli, Donato Nutini e Cornelia Vangelisti, invitandoli a rispondere alla chiamata del Signore, rispettivamente come prete e come monaca. 

La Madonna di Boccadirio è molto venerata dai pellegrini provenienti dai due versanti della montagna per questo i padri Dehoniani, responsabili del Santuario, invitano presuli dall’Emilia e dalla Toscana per presiedere le celebrazioni. In occasione del 540mo anniversario dell’apparizione è stato l’Arcivescovo di Firenze, Cardinale Giuseppe Betori, a presiedere la celebrazione eucaristica che ha avuto luogo nel suggestivo chiostro sul quale si affaccia il santuario immerso nella montagna.

Facebooktwittermail