Domenica 16 maggio

La Madonna di San Luca ha fatto ritorno al Santuario sul Colle della Guardia

Le foto e il video del passaggio in città

Domenica 16 maggio l’Immagine della Madonna di San Luca ha fatto ritorno al Santuario sul Colle della Guardia. Nel percorso ha toccato alcuni luoghi significativi della Città.

  • Domenica 16 maggio al mattino, Ascensione del Signore, è l’ultimo giorno di permanenza in Città dell’Immagine della Madonna di San Luca. Alle ore 10.30 il Card. Mauro Gambetti, Vicario generale per la Città del Vaticano e Arciprete della Basilica di San Pietro, ha presieduto la Messa in Cattedrale. La celebrazione è avvenuta nel rispetto delle normative anticovid e sarà trasmessa in streaming sul sito dell’Arcidiocesi www.chiesadibologna.it e sul canale YouTube di “12Porte”.
  • Nel pomeriggio di domenica l’Icona della Madonna di San Luca, a bordo di un automezzo dei Vigili del Fuoco, ha fatto ritorno al Santuario senza processioni, toccando alcuni luoghi significativi della Città. Durante il tragitto molti hanno salutato l’Immagine al suo passaggio dalle finestre o restando ai bordi delle strade nel rispetto delle distanze e delle misure di sicurezza anticovid.

Il percorso della risalita ha toccato ambienti e luoghi significativi di questo anno vissuto nella pandemia, fra cui luoghi di sofferenza, accoglienza, cura, cultura, educazione e lavoro.

Ecco alcune foto della risalita (qui trovate le gallerie complete curate da Elisa Bragaglia e Antonio Minnicelli)

La risalita è stata trasmessa in diretta da E’Tv-Rete7 (canale 10 del digitale terrestre), in streaming sul sito dell’Arcidiocesi e sul canale YouTube di “12Porte”. Ecco il video integrale:

 

«In questi giorni – ha affermato il Card. Zuppi – continuiamo a raccoglierci davanti a Maria. Ad accendere il nostro cuore, a sentire la sua intercessione nel buio che tante volte è sceso nella vita degli uomini. Sembrava quasi che non vedesse l’ora di andare incontro a tutti, perché ciascuno porta nella propria anima l’immagine di Dio, Colui che lei ha generato. Proprio andando incontro a tutti ci aiuta a riconoscerlo, ad amare come solo una madre può amare i propri figli. Portiamo nel cuore la sua sollecitudine per tutti e la consolazione della quale abbiamo bisogno in questo momento. Ringraziamo Maria perché sentiamo vicino il Signore che lei ci dona e che è la nostra via, verità e vita. Evviva Maria!».

condividi su