Villa Pallavicini

LibEri ha concluso la sua 2a edizione

Il bilancio di don Massimo Vacchetti

VILLA PALLAVICINI (BO) – Si è chiuso il percorso di «LibEri», che per il secondo anno ha visto l’alternarsi di artisti, scrittori, sportivi, politici per parlare di libri e di cultura, anche alla luce della fede.

Si chiude con uno scroscio di applausi, l’ultima serata della seconda edizione LIBeRI. Dal palco, Don Massimo Vacchetti ha ringraziato gli sponsor e il gruppo di lavoro, che nel tempo si è trasformato in un gruppo di amici all’opera insieme, nel ripercorrere le tappe di un cartellone 2022 ricco di suggestioni: dalle emozioni del Mundial ’82 con Giovanni Galli e Matteo Marani al sogno dell’Europa di Romano Prodi, dalle amorose tenzoni fra Paolo Cevoli e la moglie Elisabetta Garuffi alla Bologna di Lucio Dalla raccontata da Giorgio Comaschi e Michele Brambilla, fino alla sfida della fede nel vivere quotidiano affrontata da Julian Carron e dall’Arcivescovo di Bologna, Matteo Zuppi. E mentre si spengono le luci, quel gruppo di amici si siede intorno a un tavolo: un brindisi a LIBeRI 2022 e poi subito al lavoro. C’è LIBeRI 2023 da organizzare. Insieme.

condividi su