Mobilitazione

UCRAINA come aiutare: aggiornamento 4 marzo 2022

L'accoglienza dei profughi

BOLOGNA – Prosegue l’impegno della comunità ucraina di San Michele. Diamo ora le indicazioni più aggiornate.

Presso la Chiesa dei Leprosetti la raccolta si chiuderà sabato alle 20, ma proseguirà presso il magazzino di Via Mattei 50G. I primi due camion da Bologna, come documentano queste immagini sono giunte a Leopoli dove le agenzie di volontariato stanno inventariando e distribuendo il materiale.

In questo momento non servono più vestiti, che sono arrivati in abbondanza. Servono solo medicinali di emergenza e cibo in scatola di pronto uso, da destinare alle città dove non arriva gas e corrente. La Chiesa di San Michele cesserà la raccolta di materiale sabato 5 marzo alle 20 mentre resterà attivo il magazzino di Via Mattei 50G.

È invece richiesto aiuto economico per sostenere le spese di spedizione e l’acquisto in loco del necessario. Si può fare attraverso i numeri di conto corrente della Caritas Diocesana e dell’Esarcato Ucraino in Italia, oppure direttamente presso la parrocchia di San Michele.

Intanto la parrocchia grecocattolica ha preso contatti con un primo gruppo di profughi giunti in queste ore dall’Ucraina, dopo un viaggio molto lungo. Sono nonne e mamme con i loro figli. Hanno dovuto separarsi da mariti e figli che sono rimasti a difendere il paese. Domenica potranno partecipare alla Divina Liturgia insieme alla comunità locale.

Chi avesse disponibilità di alloggio per accogliere profughi dall’Ucraina si rivolga alla propria parrocchia o alla Caritas Diocesana.

COME DONARE

Arcidiocesi di Bologna – Caritas diocesana: IBAN: IT94U0538702400000001449308 Causale: “Europa/Ucraina”

Esarcato Apostolico per i fedeli cattolici ucraini IBAN: IT74P0503410100000000044187 Causale: “Emergenza Ucraina”

condividi su