Fu vescovo di Rimini dall'89 al 2007

Si è spento monsignor Mariano De Nicolò

RIMINI – Se n’è andato l’11 aprile a 88 anni, nel giorno del Sabato Santo, il vescovo emerito della cittadina Romagnola dopo una lunga malattia. Per quasi vent’anni don Mariano fu Cerimoniere di tre Papi – Paolo VI, Luciani e Giovanni Paolo II – dal 1967 all’84. Dopo un quinquennio al Pontificio Consiglio per l’interpretazione dei Testi Legislativi, fu nominato vescovo di Rimini e San Marino – Montefeltro.

Diciotto anni di intenso servizio pastorale hanno contraddistinto l’infaticabile attività di monsignor Mariano De Nicolò a Rimini. Un tempo lungo, nel quale il vescovo non ha mancato di far sentire la sua voce e la sua partecipazione alla vita della città, indicandole sempre i principi più alti del vivere comune.

Sotto il suo episcopato avvenne anche la ristrutturazione del Tempio Malatestiano, la cattedrale di Rimini, nonché la prima bozza della riorganizzazione territoriale e amministrativa della diocesi. Uomo profondamente colto, fu tra i promotori della presenza di un polo universitario nella sua città e volle la riorganizzazione dell’Archivio diocesano.

Monsignor De Nicolò fu anche uno dei primi vescovi italiani a comprendere l’importanza dei mezzi di comunicazione nella missione della Chiesa, dotandoli di una sede propria. Dal 1993 invece, nel pieno dell’esodo di molti cittadini albanesi verso l’Italia, volle una missione della sua diocesi nella cittadina di Kuçovë.

Marco Pederzoli

Facebooktwittermail